Buon voto!

Al di là di tutto sono le giornate come queste in cui il PD si dimostra l’unico vero soggetto politico a larga partecipazione democratica.
Già prevedo le critiche di alcuni avversari politici, di chi disprezza aprioristicamente i partiti anche quando fanno qualcosa di buono e di chi si affida al civismo, come fosse garanzia di qualità etica, politica e amministrativa.
(Vi do una notizia: non lo è. In dodici anni di intensa attività politica le peggiori manovre le ho viste fare da chi fino al giorno prima si definiva “diverso”. E diverso in effetti poi si è dimostrato, ma non proprio come si aspettavano gli elettori.)
Molti si dimenticano che i grandi partiti sono tenuti in piedi da decine di migliaia di militanti e non da politici di professione, ma insegnanti, studenti, operai, ingegneri, dirigenti, grafici, avvocati, medici, pensionati, disoccupati, …
Insomma chi poggia la propria esistenza in modo realmente democratico sulla società civile sono proprio i partiti.
Siamo certamente litigiosi a sinistra, dentro e fuori dal PD, ma certamente è da questi confronti, spesso aspri, spesso lontani da sospettosissimi “siamo una bella e grande famiglia che va sempre d’accordo”, frequentemente pubblici e a volte più simili a scontri, che emerge la vera essenza della democrazia.
A dimostrarlo stanno lì gli ultimi 3 anni che, con il leader più forte che la sinistra abbia mai avuto negli ultimi 6 lustri, non sono mancate critiche, distinguo e confronti serrati.
Il vero spirito democratico e di confronto ce l’abbiamo nel sangue. A voi avversari, che non riuscite a replicare fenomeni di massa come questi, non rimane che andare a votare in più seggi approfittando di sviste o confusioni.
Ad ognuno il suo.
Un abbraccio e buon voto.

Follow me!

Comments

comments