Abbiamo perso!

Se il M5S era il grande sconfitto del primo turno, il PD è il grande sconfitto di queste amministrative (e non solo dei ballottaggi).
Perdiamo roccaforti storiche, anche dove si è governato bene. La politica nazionale ha pesato e la calendarizzazione di certi provvedimenti proprio a ridosso del primo e del secondo turno non ha giovato.

A Monza si perde per le solite ragioni per le quali la destra vince: la paura del diverso e i piccoli errori. I monzesi infatti son particolari e notano di più le sviste rispetto ai successi: non è un caso che qui non sia mai stato riconfermato un Sindaco da quando c’è l’elezione diretta. Lasciamo quindi la città alle destre, perché così hanno legittimamente voluto gli elettori.

Volevo ringraziare Roberto Scanagatti e tutta la sua squadra, di cui ho fatto anche parte, per lo splendido lavoro di questi 5 anni. Continueremo a farlo insieme – anche se in modo diverso – dalle fila dell’opposizione.

Complimenti a Dario Allevi. È stato un testa a testa, dove si è evidenziata una sostanziale parità con Roberto, ma siamo in democrazia e anche una manciata di voti in più determina chi debba governare e chi no. Quindi ora a lui l’onere e l’onore di condurre Monza nei prossimi 5 anni. Spero ci possa dimostrare che il centrodestra monzese abbia cambiato pelle, per quanto sia ancora rappresentato dai soliti volti.

Una grande sconfitta pesa sulle spalle di tutti invece: l’assenteismo. Occorrerà rifletterci, visto che il nuovo Sindaco rappresenta meno di un elettore su quattro. C’è qualcosa che non va ed è evidente.

Ora riorganizziamoci e prepariamoci per i prossimi 5 anni. Dal canto mio infatti sarò comunque in Consiglio Comunale e dovrò quindi interpretare al meglio il ruolo di indirizzo e controllo che è proprio di questo organo collegiale.

Follow me!

Comments

comments