Giunta Allevi: prime impressioni – Parte 1

I mesi si rincorrono e inizio a farmi un’idea della nuova Amministrazione Comunale.
Da una parte mi sento più tranquillo rispetto a dieci anni fa, perché la Giunta Allevi sembra (al momento) non essere mossa da folli idee urbanistiche come quella guidata da Marco Mariani, ma dall’altra parte mi preoccupo perché pare che non abbia nemmeno vagamente un’idea della Città che si trova ad amministrare.
Le azioni messe in campo sono spottoni post-elettorali di scarsa rilevanza e che permettono giusto qualche selfie e qualche mezza pagina in più all’Assessore di turno.
Nei primi mesi poteva anche pagare, ora inizio ad essere fermato da elettori di centrodestra un po’ perplessi da tutta questa celebrazione del nulla.
E’ una Giunta con l’uomo solo al comando, Il Sindaco, ma non perché sia un tiranno, anzi: è una persona molto piacevole, educata ed estremamente rispettosa (salvo quando sghignazza durante gli interventi di qualche consigliere a lui non affine. Scivoloni che possono capitare a tutti: lo perdoniamo).
E’ l’uomo solo al comando perché la maggior parte della sua squadre appare persa, scarsamente preparata e un po’ spaventata dal ruolo che si ritrova a ricoprire.
Gli Assessori danno proprio l’idea di non sapere come raccapezzarsi in quel caos che è l’amministrazione pubblica.
Alcuni fanno proprio tenerezza e la mia naturale compassione mi ha fatto correggere più di una volta il tiro per non infierire: non sarò bravo a fare opposizione, ma davvero mi sembrerebbe di sparare sulla Croce Rossa.
[continua]

Comments

comments